Recensione: “Indiscreto” (UK, 1958) di Stanley Donen

Indiscreto” (il cui titolo originale Indiscreet per una volta è stato tradotto esattamente) sembra essere il classico film dove lei incontra lui, che, però, è già sposato ma…sì, ci sono diversi ma. Primo fra tutti, la coppia di attori protagonisti costituita da una splendida Ingrid Bergman e da un Cary Grant sempre affascinante (che qui lavorano assieme per la seconda volta dopo “Notorius” di Hitchcock) vale da sola la visione del film (in Technicolor, per ammirare ancora meglio lo splendore degli abiti di lei). Secondo “ma”: è un classico nel suo senso più positivo perché ti lascia con il sorriso sulle labbra, ti fa sentire bene e mostra come una volta si fosse capaci di far ridere e piacere senza comicità forzate, scene idiote e linguaggio sporco. Qui la tensione erotica tra i due protagonisti è evidente ma senza venir mai mostrata apertamente ma solo lasciata intuire (sì, sono una che proprio non capisce certe scene di sesso gratuite e forzate nei film di adesso). Terzo e ultimo “ma”: “Indiscreto” è una pellicola dal fascino antico dove la protagonista Anna (I. Bergman) è sì un’attrice londinese ma di teatro e la sua vita non è affatto fatta di scandali e alcol ma solo di tanta solitudine: per una volta anche le star riescono a condurre una vita normale. Tutto qui è più semplice e meno frenetico.

ingridcary grante

Cary Grant interpreta Philip, diplomatico che lavora alla Nato e si innamora perdutamente di Anna. Tutto funziona bene anche se lei spera sempre che lui possa lasciare la moglie per sposare lei. Almeno finchè Anna non scopre che Philip non è affatto coniugato ma solo allergico al matrimonio. A questo punto la situazione diventa un paradosso perché Anna, giustamente, alla scoperta dell’assenza di impedimenti a diventare una coppia ufficialmente antepone la voglia di vendicarsi. Una situazione singolare ben raccolta nella battuta della Bergman: “Come osa fare l’amore con me senza essere sposato?”.

La storia in sé non è nulla di nuovo (tratta dal testo teatrale di Norman Krasna “Kind Sir”) anche se la svolta del non essere realmente sposato è abbastanza singolare. Bisogna comunque ricordare che si tratta di un film del 1958 quindi la storia non era stata così sfruttata come ora. Merito della piacevolezza del film, oltre ad una splendida scenografia (che meraviglia la casa di lei) e a una certa velata comicità è la chimica tra i due attori: è evidente come le due star di Hollywood, infatti, si trovino bene a lavorare assieme tanto da sembrare grandi amici anche sul grande schermo, così come nella vita reale.

A spiccare nella storia è anche la figura del cognato di Anna, interpretato da Cecil Parker, colui che presenta Anna e Philip ma anche la figura più cinica e distaccata che, al contrario di quanto richiesto dalla moglie, cerca di non intromettersi troppo.

Anche se il suo nome è oggi a molti sconosciuto, Stanley Donen, in realtà, è il regista di tanti altri godibilissimi film che sono diventati classici come alcuni dei musical più belli della storia del cinema come “Cantando sotto la pioggia”, “Cenerentola a Parigi”, “Brigadoon”, “Sette spose per sette fratelli” o commedie come “Sciarada” e “Arabesque”.

È ricordato spesso per essere la prima pellicola della storia del cinema in cui compare la tecnica dello split screen: in una scena, infatti, in cui i due chiacchierano al telefono, lei a Londra e lui a Parigi, lo schermo viene diviso in due e quando entrambi giocano con le mani sembra quasi che possano toccarsi. Nel complesso un film piacevole e allegro, capace di far spesso sorridere.

Split screen

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...